MTB Tour Riva del Garda- Monte Guil- Punta Larici

Una storia di Cannondale - Trail Neo Performance
Scritto da Alessandro

1

Data di prima pubblicazione:
21 Maggio 2019

partenza da: Riva del Garda
36.00 km percorsi
4 ore 17 minuti
Livello di divertimento: davvero-tanto

La vista da Punta Larici e vedere gli amici approcciarsi alla mia grande passione godendosi la giornata

E’ la fine di Aprile e la voglia di fare una scampagnata sulle rive del Lago di Garda io e il mio socio l’abbiamo in canna da un bel pò, come ogni anno. Le previsioni meteo nel nord Italia non fanno ben sperare da giorni. Le sto controllando da una settimana circa, per capire cosa ci aspetti il 25 Aprile, dato che devo fare da guida per un gruppo di amici che si approcciano per la prima volta alla Mtb. Ormai manca un giorno solo e l’inclemenza del meteo mi fa essere sul punto di abbandonare tutto. Poi arriva la speranza, un paio di meteo mi danno una finestra di 8 ore circa per gestire il giro, quindi scrivo un messaggio sul nostro gruppo per gasarli un pò e mi danno fiducia, si va, ritrovo la mattina alle 6 per partire. Non c’è molto traffico per essere un giorno festivo, molti sono stati scoraggiati da un pò di nuvole ma non sanno cosa si perdono, penso tra mè mentre si parla del più e del meno in auto. Arrivati a Riva del Gardasi va al noleggio bici, il Garda Bike Shop, dove ci accolgono professionalmente e ci chiedono i documenti per ritirare le bici prenotate, delle ebike Cannondale Trail Neo Performance 29. Abbandono la mia categoria prediletta di full a lunga sospensione per far capire agli amici le potenzialità di questi mezzi e dove ti possano portare. Un veloce set-up dell’altezza sella e spiegazione sulle mappature e si va!
La salita dal sentiero Ponale per arrivare al lago di Ledro è uno spettacolo anche con le nuvole, difficile eguagliare la bellezza di panorama con un altro sentiero così in basso sul lago, nonostante le viste mozzafiato non manchino ovunque. Dopo una breve pausa sulle sponde del lago di Ledro, al quale si arriva facilmente e con poco sforzo anche senza motore, inizia la salita dura dal paese di Molina che porta fino al Monte Guil, con una strada a tratti cementata (fortunatamente) e ripida che ci porta di poco sotto ai 1300 metri di quota, da cui assaporare il panorama e qualche dolce portato con noi. Da dove la strada scollina inizia un sù e giù che porta fino a Malga Palaer. A un certo punto si trova un bivio che porta ad un punto panoramico sulla destra, sulla sinistra si trova un sentiero Mtb segnato e in mezzo un canale in cui scendere. Ci fermiamo a fare qualche foto al punto panoramico e poi decido di far scendere il gruppo a piedi dal canalone, meglio non prendere rischi inutili ma è un buon modo per raggiungere più rapidamente il punto panoramico più bello della giornata, Punta Larici. Sono stato lì più volte in questi anni, ma c’è davvero qualcosa di magico in quel luogo che non mi stanca mai. Da lì si rientra da una lunga strada di ghiaia fino a Pregasina e poco più sotto si riprende il sentiero Ponale dal fare in discesa. Alla fine un pò di pioggia arriva, ma siamo a soli 10 minuti dal termine del giro e nessuno se ne preoccupa, è valsa decisamente la pensa di rischiare!
Considerazione: Bici e copertoni Maxxis ottimi, ma meglio non averli misti flat/spd per avere un migliore feeling.
Alla prossima!

Premia questa StoriaHai premiato questa Storia

Scarica file GPX

PubblicitĂ 
PubblicitĂ 

Dello stesso autore

Correlati

PubblicitĂ