Fat Bike: il grasso che fa bene al colesterolo

Una storia di Trek - Farley 8
Scritto da Lorenzo

1

Data di prima pubblicazione:
12 Genaio 2017

partenza da: Argegno (CO)
30.00 km percorsi
5 ore 0 minuti
Livello di divertimento: davvero-tanto

Al Rifugio Venini ci sarò andato 15 volte in 10 anni.
Per diletto e per lavoro.
A piedi, in jeep e in MTB.

In inverno, in primavera, in estate e in autunno.
Con la neve, con il sole, con il caldo e con la nebbia.
In compagnia e in solitaria.
Per ogni volta che ci sono stato e ancora ci andrò, ci tornerò.

Il tabellone luminoso suonò: B114.
Ero io.
Mi alzai dalle sedie di plastica stonate dai tanti troppi culi che avevano incontrato e sorretto e mi diressi verso il banco.
La segretaria, moretta e pelosa, mi guardò dietro i suoi occhiali spessi un dito e allungò la mano ingioiellata per prendere il mio cartoncino.
– Sì, le sue analisi sono pronte Sig. K. Sono 36 euro di ticket –
– Pago con il bancomat –
– Certo, prego, digiti il PIN –
Digitai e lo cannai perché la mia attenzione era rivolta a quei fogli che la stampante sputava uno dietro l’altro.
– Mi scusi, ho sbagliato a digitare –
– Ecco, ripeta Sig. K – disse la pelosa lanciandomi uno sguardo scocciatissimo.
Appena fuori dal laboratorio, abbandonata l’espressione del “chissenefrega tanto i miei esami son perfetti”, mi misi avidamente a cercare asterischi.
E, ahimè, lo trovai proprio dove mai avrei voluto: COLESTEROLO TOTALE 230
Puttana-ladra-schifa-porca. Panico.
Ora sono qui, sprofondato su ‘sto cazzo di divano in finta pelle: difronte a me tre nonni decrepiti e una pèruans di 90 chili che gioca con un cellulare rumorosissimo.
Al mio fianco una ragazza: in condizioni normali, probabilmente sarebbe anche figa ma con il naso rosso e catarroso e, soprattutto, quell’orribile tuta da casa che indossa, mi fa cacare.
Continua a starnutire e a soffiarsi il naso.
– Ghi è l’uldimo dal doddore? – chiede.
Io, sprofondato nel divano, faccio finta di niente e mi dedico avidamente alla lettura di una rivista di gossip: mi concentro su un articolo che parla di Simona Ventura e delle sue nuove tette al silicone pronta per spiaggiarsi all’Isola dei Famosi.
Finché tocca a me.
Il dottore mi accoglie nel suo studio talmente fumato di sigaretta che, nella nebbia, faccio fatica a guardarlo in faccia.
Sta parlando al telefono e dice:”Signora, se ha l’emorroidi deve prendere quelle bustine che le ho detto… se lei non le vuole prendere… è chiaro che non passano. Le ho detto, una bustina al dì per 10 giorni, l’undicesimo giorno va in Chiesa, il dodicesimo ci vado io”.
E le sbatte il telefono in faccia.
– Vediamo un po’ le analisi del Sig. K – e si fa una tirata di sigaretta.
– eh… c’è il colesterolo un po’ alto –
– Cosa devo fare dottore, con tutto lo sport che faccio?!-
– Allora devi fare la dieta: niente salumi, niente formaggio, niente burro, nessun cibo grasso… –
– Ma dottore, come si fa? –
– Il grasso è veleno per te… –
– Ma come? Così facendo non potrò più nemmeno andare in Fat Bike!-
– “Fat Bike” dici? Ecco… quello della Fat Bike è un grasso che fa bene! Ora vai e mandami dentro qualcuno… uno a caso va bene –
Da quel giorno non mangio più salumi né formaggi e la pasta in bianco la mangio con l’olio.
Per compensare mi faccio scorpacciate di Fat Bike.
Anche se quando vedo un bel salamino…

Puttana-ladra-schifa-porca.

Panico.

Premia questa StoriaHai premiato questa Storia

Scarica file GPX

PubblicitĂ 
PubblicitĂ 

Dello stesso autore

Correlati

PubblicitĂ