Santa Cruz - Nomad

Una bici di Simone MtbCult

4

Ma in Santa Cruz leggono nel pensiero? Se avessi potuto fare delle modifiche alla Bronson l'avrei fatta diventare la Nomad. Senza saperlo.

Data di prima pubblicazione:
21 Genaio 2015

i pro di questa bici
Dopo la prima uscita: bilanciamento corretto del biker fra le due ruote, facilità di guida e di superamento degli ostacoli, forcella e sospensione posteriore dialogano meglio rispetto alla Bronson, buona leggerezza (12,5 Kg completa), sensibilità estrema del Monarch Plus Rc3 DebonAir. E per ora mi fermo qui.

i contro di questa bici
Se vogliamo continuare con il parallelo con la Bronson, direi che la Nomad si pedala bene in salita ma non quanto la sua "sorella" più piccola. Dopo una sola uscita non ho trovato altro.

Il giudizio è basato su una sola uscita che, anche se abbastanza probante, non rappresenta certo il verdetto definitivo.

La Santa Cruz Nomad è una bici che sulle prime può spaventare per i 165 mm di escursione, ma in realtà in sella non ci si accorge quasi di tanta potenza. Ennesima conferma che l’angolo di sterzo da 65° fa una gran differenza in discesa: migliora l’efficienza della forcella, favorisce l’assorbimento degli impatti e dà una generale sensazione di sicurezza che è molto piacevole. La Nomad è un po’ più lunga della Bronson perché siamo a quasi 120 cm di interasse, ma nel complesso la guida è ancora molto buona. Il tubo di sterzo compatto (110 mm nella taglia L) aiuta negli inserimenti in curva e ti invita a tenere alta la velocità.

Il Monarch Plus in dotazione è davvero molto efficace ed è tarato per assorbire bene anche i più piccoli impatti. Somiglia molto a un ammortizzatore a molla, ma in salita ha ben altra efficienza. La Nomad a mio avviso perde qualcosa in versatilità rispetto alla Bronson, ma guadagna in piacere di guida in discesa.

La prima impressione su questa bici è davvero notevole. Di recente ho provato la Trek Slash 9.8, sua diretta rivale, e le sensazioni in sella alla Nomad non sono affatto lontane. Le premesse per divertirsi a lungo con questa bici, quindi, ci sono e adesso non rimane che provarla su altri sentieri ancora.

Una nota sul peso: 12,5 Kg sono un bel risultato, ma credo si possa fare meglio. Questa Nomad è allestita con componenti raffinati, ma sulle ruote si può fare qualcosa di meglio in fatto di leggerezza. Vediamo…

Intanto ecco di seguito l’allestimento:

Forcella Rock Shox Pike Rct3 160 mm

Sram XX1 con corona da 30 denti

Freni Avid X0 Trail con dischi 180-180

Ruote e*13 Trs R

Gomme Schwalbe Nobby Nic 2,35″ Evo 2015

Pedali Mavic Crossmax XL

Reggisella Thomson Elite Dropper Cover

Sella Dirty Squod Pro

Manubrio Race Face Next 35 da 76 cm

Attacco Race Face Atlas 35 da 35 mm

Nei prossimi giorni arriveranno altre foto della bici e intanto qui la descrizione della prima uscita http://garage.mtbcult.it/1466/esordio-sul-bagnato-esordio-fortunato/

In salita

In discesa

Peso

Qualità/Prezzo

Giudizio totale 8/10

Premia questa BiciHai premiato questa Bici
Pubblicità

Dati Bici

  • Tipologia Enduro (150-165 mm)
  • Marca telaio Santa Cruz
  • Modello Nomad
  • Diametro ruota 27.5-pollici
  • Peso 12.00 kg
  • Upgrade effettuati La bici è stata allestita con cura in tutti i particolari e nel corso della stagione verrà utilizzata per testare componenti all mountain ed enduro. Restate sintonizzati.

Dati da Ciclista

  • Specialità 650b Plus,All Mountain (130-160 mm),Cross Country (0-100 mm),e-Bike,Enduro (150-165 mm),Gravel,Marathon Endurance (80-110 mm),Marathon Trail (100-140 mm)
  • Il mio account http://www.strava.com/athletes/376591
  • Agonista No
  • Peso forma ciclista 82.0 kg
  • Statura ciclista 180 cm
  • Altezza sella 74 cm
  • Km annui 6000 km
  • Uscite mensile 12
  • La mia uscita/gara più bella 200 Km su strada, ma è passato molto tempo: ero un agonista. Oggi punto a divertirmi, sia in salita che in discesa.
  • Prossimo upgrade Meglio di così? Devo aspettare le novità del prossimo anno... :-)
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità