Canyon - Strive Cf 9.0 Race

Una bici di Andrea Borgatti

1

Molto pedalabile, molto stabile in discesa e agile.

Data di prima pubblicazione:
06 Genaio 2015

i pro di questa bici
Shapeshifter, cambia radicalmente il comportamento della bici. DH mode, molli i freni e lei va. Freni, molte regolazioni ottima modulabilità.

i contro di questa bici
Geometria Race, nel senso che non è adatta ad inesperti, a chi arretra troppo o a chi sta appeso ai freni. Guidacatena, si riempe di fango e fa da ingrass...infangatore per la catena.

La Strive è la bici che cercavo, votata alla discesa ma con grande pedalabilità nella salita che la precede.
Vengo da una Stumpy FSR Carbon Evo 29 (2014), la Strive seppur leggermente più pesante se la cava altrettanto bene in salita, salvo poi regalare grosse soddisfazioni in discesa.
La geometria Race deve essere guidata come le conviene, gomiti larghi e poco freno. Quando si sta appesi ai freni o si tende ad arretrare troppo con il sedere la bici diventa meno gestibile.
Il 34 da spingere non è facile, ma la grande pedalabilità aiuta parecchio!

La vera chicca è lo Shapeshifter:la bici cambia radicalmente e si adatta alla situazione!

In salita

In discesa

Peso

Qualità/Prezzo

Giudizio totale 8/10

Premia questa BiciHai premiato questa Bici
Pubblicità

Dati Bici

  • Tipologia Enduro (150-165 mm)
  • Marca telaio Canyon
  • Modello Strive Cf 9.0 Race
  • Diametro ruota 27.5-pollici
  • Peso 13.10 kg
  • Upgrade effettuati Maxxis Shorty davanti e dietro per la stagione invernale,
    ovviamente sono poco scorrevoli ma regalano grip e trazione smisurati, vanno benissimo su neve e fango!
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità