Test S-Works Epic Wc: attenti al cuore

Una storia di Specialized - S-Works Epic World Cup
Scritto da SimoCult

3

Data di prima pubblicazione:
23 Ottobre 2014

29.00 km percorsi
2 ore 0 minuti
Livello di divertimento: davvero-tanto

Sembra di avere più potenza nelle gambe. Pomeriggio d'autunno magnifico

La Specialized S-Works Epic Wc è una di quelle bici che interferisce con il battito cardiaco.
E’ difficile non farsi coinvolgere da quelle due lettere, Wc, che diventano benzina ad alto numero di ottani per le gambe.
E il battito cardiaco sale.
Oggi, sulla strada sterrata che somiglia a un percorso Xc, la Epic ha fatto vedere chiaramente che se hai tono nelle gambe diventa più leggera dei suoi 9,88 Kg (verificati, ricordate? http://www.mtbcult.it/tests/test-specialized-s-works-epic-wc-contatto/).
Ma la cosa che stupisce è l’assetto “rapido”: tutto è studiato per agire velocemente.
L’angolo di sterzo da 71° (quasi vecchio stampo, no?), la corsa della forcella a 95 mm, il manubrio da 71 mm e soprattutto i cerchi Roval più larghi danno l’effettiva sensazione di muoversi con immediatezza.
Nessun ritardo di risposta.
Veloce, rapida e intuitiva.
La sensazione è di aver più potenza nelle gambe e di non riuscire a contenerla.
Ecco perché dico che attenti al battito cardiaco…

Premia questa StoriaHai premiato questa Storia

Scarica file GPX

PubblicitĂ 
PubblicitĂ 

Dello stesso autore

Correlati

PubblicitĂ